SICLÌ Chiaretto di Moniga Selezione Speciale Affinato 2018

Aggiornato il: apr 11



Un vino che racconta la tradizione della Riviera del Garda Classico.

Le sue Origini hanno luogo proprio a Moniga e da li che negli anni è diventato un vino presente su tutto il territorio gardesano.


Il SICLÌ è un vino legato alla tradizione del Chiaretto che lo vede un Vino piacevole al primo anno di vita ma che acquisisce complessità e interesse negli anni successivi.


Per questo motivo MONTE CICOGNA, nelle annate migliori, presenta una Selezione Speciale del SICLÌ Chiaretto di Moniga Doc Affinato,che matura alcuni mesi nel serbatoio di acciaio fino a quando non “sente” il caldo primaverile e poi si affina lunghi mesi in Bottiglia fino al gennaio dell’anno successivo.

L’annata 2018 racconta di un vino cresciuto in bottiglia fino a diventare adulto e prestarsi ad un'ampia gamma di abbinamenti vino cibo.


Sono convinto sostenitore che i migliori Chiaretto, il secondo anno, siano più buoni, anche dopo oltre un anno in bottiglia. Sicuramente sono più ricchi, più complessi e più espressivi.

Una delle sfide maggiori per i produttori di Chiaretto è quella di incoraggiare il consumo al di fuori dei mesi estivi, attraverso la conoscenza e la prova del suo potenziale di invecchiamento”. Capacità non solo di tenuta, ma anche, del loro miglioramento alla distanza, facendosi appunto più complessi.


Concludendo vorrei ricordare a tutti che il Chiaretto è un vino.

Un vino che ha le sue caratteristiche, certo, ma che come ogni altro vino, quando è fatto bene, regge e guadagna nel tempo.

Dunque, è un vino perfetto per tutte le stagioni, come aperitivo o con la cucina leggera, con la classica pizza o un bel fritto di pesce, ma è perfetto anche quando nei piatti la speziatura arricchisce i sapori, e dunque ne porta l’abbinamento verso cucine sempre più complesse,

e intrigante con l’avanzare degli anni (almeno di qualche anno).


Assaggiando il SICLÌ 2018 Affinato proviamo a descrivervelo:

Un colore buccia di cipolla brillante con buona vivacità.

Naso di notevole intensità, spiccano note di piccoli frutti rossi, ciliegia, fragola con accenni di pesca.

Entrano a far parte del ricco bouquet, eleganti note vegetali che ne arricchiscono la complessità olfattiva.

Attacco in bocca vivo, con buona verticalità, finemente vinoso, bella percezione sapida, ottimo rapporto tra la parte morbida e acida, sembra proprio aver raggiunto un buon equilibrio.

Un retrogusto in cui si percepiscono note di mandorla che si sposano bene alla classica ciliegia, molto elegante, piacevole ben fatto.


0 visualizzazioni